Laboratorio creativo “L’ Màshkr” di Tricarico
4 Ottobre 2019
Mostra tutti

Percorso eno-gastronomico: “Arte e Sapori” sugli Orti Saraceni

Il Percorso eno-gastronomico: ”Arte e Sapori sugli Orti Saraceni” del 12-13-14 Agosto 2019 è stato per noi, pro loco, un perfezionamento del percorso proposto durante l’VIII Raduno delle Maschere Antropologiche “Maschere e Sapori dal Mondo” e, modestia a parte, crediamo di essere riusciti nel nostro intento!!!

Sono stati mesi duri e sfiancanti , che hanno portato a 3 giornate piene di colori, armonie, sorrisi, musica e buon cibo, ma soprattutto piene di gente, così tanta che il rione Saracena è rinato!!!

Questo percorso è stato, anche , un’esperienza nuova ed entusiasmante per gli operatori del servizio civile che, grazie al supporto del presidente Francesco Santangelo e di altri validi associati, si sono sentiti un po’ come “genitori” di questo progetto, anche se l’idea di riproporre a distanza di poco tempo un percorso eno-gastronomico ha suscitato qualche dubbio.
Il nostro presidente, però, ha la fama di avere la “testa dura” e le idee ben chiare, pronto a portarle avanti superando ogni ostacolo ed è così che siamo entrati gioco noi ragazzi del servizio civile… Il sign. Santangelo ci ha convocati in riunione e ci ha detto: ” Ragazzi, la Pro loco è un’ eredità che prima o poi passerà nelle mani di voi giovani, quindi è ora che impariate come avere un’idea e come svilupparla!” e così è stato!

Il presidente ha riposto in noi tanta fiducia per l’organizzazione dell’evento, rendendoci “soci” di questa manifestazione, infatti, abbiamo non solo gestito gli allestimenti artistici del percorso attraverso le elaborazioni grafiche, pittoriche e letterarie, ma ci è stato dato ampio spazio anche nella gestione ed organizzazione del percorso in toto, attraverso l’ organizzazione degli stand con le attività commerciali del posto e l’attività di comunicazione e pubblicità dell’evento, ovviamente, sempre sotto la guida e supervisione del nostro Presidente e di molti fedeli associati.

Cos’è “Arte e Sapori” sugli Orti Saraceni?

“Arte e Sapori” è il nuovo format di percorso eno-gastronomico proposto dalla Pro loco di Tricarico e come si buon ben capire dal nome, non è una semplice passeggiata tra le stradine di un paese per gustare del buon cibo.

“Arte e Sapori” è una vera e propria esperienza basata sui 5 SENSI: Vista, udito, gusto, tatto e olfatto, che chi ha avuto il piacere di sperimentarla potrà sicuramente confermate!

Ma vediamo più nel dettaglio:

Il “Percorso”:

Il percorso è stato ideato e sviluppato nelle vie del borgo Saraceno di Tricarico affacciato su quello che è il fantastico panorama e patrimonio dei famosi Orti Saraceni, mettendo in evidenza quella che è la parte antica del paese, scoprendo le bellezze del posto, per questo, non solo sono stati aperti punti d’ interesse come il Palazzo Lizzadri, ma si è cercato di valorizzare anche le numerose piazze e larghi dei quali il centro storico è ricco.

Il percorso è stato un vero e proprio “circuito”, infatti, il punto di partenza è stato lo stesso dal punto di arrivo. Lungo tutto il tragitto abbiamo cercato di creare un connubio perfetto tra “arte e sapori”, creando un’ atmosfera magica ed accogliente.

I “Sapori”:

Organizzare la parte “Sapori” di questo percorso è stata per noi la parte più complicata, abbiamo cercato di creare un format che potesse soddisfare non solo le aspettative dei nostri “collaboratori-lavoratori”, ma soprattutto quella delle centinaia di persone che hanno poi partecipato all’ evento.

Cuore pulsante di questa parte del percorso sono stati i 15 STAND(13 affidati alle attività commerciali del posto e 2 alle associazioni: a noi Pro loco e la neonata Associazione Canteuterpe), che con grande spirito di collaborazione e di voler fare, non solo sono stati presenti nell’elaborazione e organizzazione del progetto, ma hanno portato avanti 3 giornate fantastiche con un menù da leccarsi i baffi.

L’idea era quella di soddisfare ogni piccolo “desiderio” gastronomico, ma allo stesso tempo mantenere una coerenza ideologica, ovvero, quella di un vero e proprio pasto. Chi ha partecipato all’evento, infatti, ha potuto fare un viaggio nei profumi e nei sapori della tradizione Tricaricese a partire dal gusto agro-dolce degli antipasti, passando dal sapore salato e deciso dei primi e secondi piatti, per poi tuffarsi nella freschezza e dolcezza della frutta e dei dolci, da non dimenticare, però, anche la presenza di un’intero stand GLUTEN FREE, proprio per dare a tutti la possibilità di vivere al meglio questa esperienza. ….ovviamente in questo pasto “gourmet” non sono mancati della buona birra artigianale, buon vino, sangria, amari e per i più audaci anche qualche cocktail.

L’ “Arte”:

La parte “ARTE” del percorso eno-gastronomico “Arte e Sapori” sugli orti saraceni parte proprio dal nome, dal luogo ricco di bellezza in cui è stato svolto, colorandosi di oro,come le balle di grano sparse quà e là, e creando quello che poi sarà il format artistico di tutto l’ evento, per dare a questo una vera e propria identità artistica, Infatti, proprio per questo motivo ogni dettaglio è stato studiato con cura, all’entrata del percorso si poteva visionare una gigantografia della mappa e del menù e ogni stand aveva un banner identificativo( nome e numero dello stand) tutto sul format e logo dell’evento.

Come già detto in precedenza, questo è diventato una vera e propria esperienza visiva ed emotiva, collegata a tradizioni e ricordi, ma anche a tanta contemporaneità.

L’allestimento del percorso, infatti, non è stato semplicemente un abbellimento visivo, ma un vero e proprio racconto di quello che è il concetto base delle associazioni Pro loco: la valorizzazione e promozione di tutto il patrimonio immateriale e materiale del proprio luogo d’origine. Proprio per questo, abbiamo voluto non solo ricordare, ma omaggiare dei personaggi importanti della nostra storia quali: Rocco Scotellaro, Laura Battista e alcuni poeti lucani attraverso l’installazioni di lenzuola di poesie interamente dipinti a mano.

Grande rilevanza artistica nel nostro paese l’ha avuta e ce l’ha la musica popolare, proprio per questo nell’allestimento abbiamo voluto omaggiare uno dei pilastri cardine di questa: Antonio Infantino, creando delle opere ” pittoriche” su grandi dischi di compensato, che raffiguravano non solo lui, ma anche alcune immagini storiche della musica tradizionale.

Ma non ci siamo fermati quì, perché la Pro loco di Tricarico è anche CARNEVALE, proprio per questo abbiamo installato degli stendardi di nastri colorati e alcuni manichini con gli abiti delle maschere non solo di Tricarico, ma anche delle maschere ospiti al Raduno, per rimandare il ricordo alla nostra festa preferita, e “per non far sentire solo Carnevale” abbiamo allestito un’ intera piazza con delle riproduzioni della sua amata QUAREMMA.

Fb: Catia Wicca Agatiello
Ig: catiagatiello_art

Le tre giornate di “Arte e Sapori” però, sono state molto di più dei nostri allestimenti, infatti, l’intero percorso si è riempito di suoni e colori grazie al meraviglioso murales , realizzato da Catia Agatiello durante queste tre giornate( e ferragosto) ,e grazie alle performance di artisti fantastici quali: Artisti di strada ( giocolieri, sputafuoco e tessuto aereo), la bassa musica molfettese e tanti artisti spontanei, che hanno riempito le vie del centro storico e le sue piazze regalando 1000 emozioni diverse, regalando soprattutto gioia ai nosti ospiti soddisfacendo tutti i gusti:

Tra i gruppi spontanei esibiti durante le tre serate, in particolare, vogliamo citare: I Blue cats Blues, I Cruschi e “i Musicisti per caso” (un gruppo di tesserati pro loco e non, capitanati da Matteo Martelli e Niceta Attanasi), che con grande maestria hanno arricchito e divertito la “Piazza Pro loco”, regalando a noi “ragazzi delle pannocchie e porchetta” la giusta carica per lavorare.

La parte “Arte” si è arricchita con l’apertura del Museo dell’ abito tradizionale nel Palazzo Lizzadri e nella serata finale del percorso con la presentazione del documentario a cura dell’ associazione Planar, Namias e della prof.ssa Antonietta Vizzuso: ” Il canto popolare” con la collaborazione di Antonio Guastamacchia e poi con la tanto attesa sfilata delle Maschere di Tricarico, sempre presenti e tanto attese.

Cosa lascia “Arte e Sapori”?

“Arte e Sapori” lascia una bella esperienza e un bellissimo ricordo, proprio per questo speriamo di avervi lasciato qualcosa con il nostro “racconto”, che possa farvi essere dei nostri l’anno prossimo… Perchè “Arte e Sapori” non finisce quì.
Continuate a seguici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *