Il percorso “MASCHERE e SAPORI” dal mondo
1 Giugno 2019
Mostra tutti

Grande successo di pubblico per l’VIII Raduno delle Maschere Antropologiche

Dal 31 maggio al 2 giugno 2019 si è svolto l’atteso appuntamento con l’ “VIII Raduno delle maschere antropologiche”, che quest’anno ha presentato una serie di novità importanti, con la formula rinnovata del percorso “Maschere e sapori dal mondo”.

Anche in questa edizione si è continuato a puntare sulla valorizzazione delle radici popolari, in un evento unico nel suo genere che ha coinvolto i visitatori in un viaggio tra folclore e tradizioni ed enogastronomia, un incontro-confronto tra le diverse culture Italiane ed Europee che vi hanno parteciperanno.

Seguito con grande interesse l’incontro di apertura del Raduno che si è tenuto venerdì 31 maggio con il “BTWIC sul Territorio” in collaborazione con APT Basilicata: il focus dell’incontro è stato sul Destination Marketing e sull’attrattività turistica delle tradizioni folkloristiche. Gli ospiti intervenuti, Mariano Schiavone – direttore APT Basilicata, Rosaria Lotito –  Comune di Tricarico, Roberta Milano – Consulente e Docente universitaria (Università Cattolica di Milano), Lorenzo Scaraggi – Giornalista freelance, Roberta Giuliano – Regional Manager INSTAGRAMERS Basilicata, Stefania Clemente – colora Matera, Annalisa Romeo – Esperta Strategie Digitali e il moderatore dell’incontro, Gianni Lacorazza – APT Basilicata, hanno fatto il punto sulla progressione di una destinazione turistica nel mercato locale, italiano e internazionale  e sulle sue strategie di promozione che riguardano principalmente l’individuazione dei prodotti della destinazione, l’individuazione della promozione più adatta per integrare l’identità̀, l’immagine e la percezione della destinazione, l’identificazione degli attori e delle modalità̀ di interazione per la strategia di gestione.


Nell’anno di Matera-Basilicata 2019, questa edizione del Raduno ha ospitato un gruppo di maschere provenienti dalla Bulgaria grazie alla collaborazione con la capitale gemellata Plovdiv, per partecipare al processo di connessione dei territori delle due Capitali europee della cultura 2019. I Kukeri, arcaiche maschere bulgare, in elaborati costumi tradizionali maschili, interpreti di una serie di riti e danze dionisiache, sono stati gli ospiti d’eccezione della sfilata del 1° giugno e di un aperitivo di presentazione alla presenza di Francesco Caldarola, Assistente Manager relazioni e sviluppo della Fondazione Matera-Basilicata 2019 e di una rappresentanza di volontarie impegnate nel Servizio di volontariato europeo presso la Fondazione Matera-Basilicata 2019. In tale occasione è stata annunciata la collaborazione fra la rete dei carnevali della Basilicata e la Fondazione in occasione della seconda mostra del progetto I-DEA che inaugurerà il prossimo 8 giugno presso Cava Paradiso a Matera, con il titolo “Visione unica” a cura di Studio Formafantasma.

Il 2 giugno si è tenuta la sfilata conclusiva con i 20 gruppi ospitati a Tricarico, tra cui anche il gruppo proveniente dal Mali, che hanno  sfilato per le vie del centro, creando un’atmosfera carica di suggestioni, colori in una mescolanze di suoni arcaici.

Ad allietare le serate del Raduno ci hanno pensato i tanti artisti di strada, tra cui è da menzionare la BIBART (Biennale d’arte di Bari), Kalura Meridionalismo, Slow Food Matera, Basilicata 131 e Vostok 100k, che hanno arricchito con la loro partecipazione il percorso enogastronomico, in cui le migliaia di visitatori accorsi hanno potuto degustare sapori tipici di Tricarico, lucani e dei vari Paesi partecipanti.

Molto partecipati anche i due concerti che si sono tenuti il 31 maggio con i “Blue Cat Blues” e il concerto del 1° giugno con Pietro Cirillo e le sue Officine Popolari Lucane in compagnia di Mario Dileo.

Questa tre giorni ha riscontrato anche un grande successo social grazie alle più di tre ore di diretta facebook, seguitissime da migliaia di persone, girate dal giornalista Lorenzo Scaraggi, in arte Vostok 100k, in cui è emerso tutto il mood di questo suggestivo appuntamento.


L’evento è stata l’occasione anche per testare in un nuovo contesto l’utilità di TBOX CHAIN, la nuova app di una startup lucana mediante tecnologia blockchain per certificare le presenze e le recensioni dei visitatori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *